Piazza San Pietro

piazza s.pietroPiazza San Pietro (R. Bertini)

Piazza San Pietro è una delle più famose al mondo e si trova nella Città del Vaticano, proprio al confine con lo Stato italiano. Da secoli punto di incontro per migliaia di fedeli, la piazza ha subito notevoli cambiamenti nel corso del tempo specialmente a partire dal Seicento, quando si decise di riprogettare in maniera funzionale alla basilica di San Pietro lo spazio antistante noto fino ad allora come Platea Sancti Petri. Il progetto presentava delle difficoltà: andavano conciliati aspetti architettonici (come la facciata e le relative dimensioni) con quelli urbanistici, funzionali e liturgici. L’incarico fu affidato a Gian Lorenzo Bernini, il quale riuscì a valorizzare il complesso con interventi mirati e ottenne un risultato straordinariamente armonico: venne realizzata una piazza trapezoidale, delimitata da due bracci porticati rettilinei leggermente divergenti verso la facciata, che collegava la basilica a un altro piazzale a forma di ellissi. Quest'ultimo, largo 240 metri, venne poi circondato dal famoso colonnato, simbolo eterno dell’abbraccio tra chiesa e fedeli.

Il colonnato, costituito da una quadruplice fila di 284 colonne e 88 pilastri e coronato da 140 statue alte più di 3 metri che raffigurano i santi, contribuisce in maniera sostanziale all’armonia di tutta la piazza con la quale interagisce, creando sorprendenti effetti ottici (peraltro caratteristica peculiare del Bernini). Tra i più noti c’è l’allineamento delle colonne, che è calcolato sui raggi dell’ellisse e il cui centro è indicato da una piastrella posta sul pavimento della piazza, in modo da dare all’osservatore l’impressione che le quattro file di colonne convergano in una sola.

piazza s.pietro2
Piazza San Pietro, dettaglio (R. Bertini)

San Pietro 1922Area Vaticano, veduta aerea 1922

 

Fonti

I rioni e i quartieri di Roma, Volume V, anno Ii, fascicolo 59, pag. 1402-1406, Roma, Newton Compton editori srl 1989

Basilica Papale di San Pietro