È stato un anno fantastico!

Data: 19 dicembre 2016

Sorrisi, abbracci, tanti ricordi sono racchiusi in questa fotografia scattata pochi giorni fa nel nostro Press Point. Direste che dietro quell’immagine serena e cordiale si nascondono paure, ansie e fragilità?
Proviamo a riavvolgere indietro il nastro: ecco che ci ritroviamo seduti su quelle scale a bere caffè, a scambiarci sorrisi, pareri, consigli, a conoscerci! Eh, se quelle scale potessero parlare…

12 mesi non sono pochi. 12 mesi se vissuti intensamente possono “piantare” in ognuno di noi stagisti e tirocinanti un seme importante che – si spera- possa fiorire e portare a qualcosa di buono nella nostra vita professionale e non solo.
Su quelle stesse scale sono passati circa 150 studenti delle tre università pubbliche di Roma, ai quali è stata data la possibilità di seguire da vicino la comunicazione degli eventi relativi al Giubileo, di apprendere nuovi linguaggi, di confrontarsi con una realtà in continua evoluzione, imparando che il dialogo e l’umiltà sono alla base di ogni lavoro. Che il lavoro è qualcosa che ci nobilita davvero, e va rispettato, difeso, amato.
Una realtà lavorativa desiderata, sudata che mai come in questo momento storico si fa attendere, lasciando una sottile inquietudine che ci portiamo dietro dalle aule universitarie. Ed è proprio dall’inquietudine che è nata la voglia di farcela, di combattere i luoghi comuni sui giovani, di mettere in moto una forza che non pensavamo neppure di avere. Così abbiamo provato a spingerci oltre l’ostacolo e abbiamo capito che per fare la differenza avremmo dovuto metterci il cuore. Da questa nuova consapevolezza siamo ripartiti. Il carisma di ognuno ha incontrato l’esperienza dei formatori e degli esperti che ci hanno guidato in questa avventura, passo dopo passo, verso una meta che si chiama crescita. Dalla stesura degli articoli alle interviste, dai montaggi video alle udienze di Papa Francesco, passando per gli eventi e i grandi eventi giubilari: non soltanto il desiderio di informare – scopo principale della redazione – ma fare della scrittura e della forza delle immagini un mezzo per comprendere la realtà e raccontarla con le nostre risorse.

Un celebre giornalista americano dice: “Dai ad ognuno la possibilità di esprimere il proprio talento ed emergeranno inevitabilmente gemme preziose”. Non sappiamo se dalla nostra redazione siano effettivamente emerse “gemme preziose”, o se parlare di talento potrebbe suonare un po’ presuntuoso; di sicuro ci siamo messi in gioco, sbagliando, prendendoci “strigliate”, rimboccandoci le maniche e ricominciando ogni volta di nuovo. Tutto questo non sarebbe stato possibile senza qualcuno che credesse in noi, nel lavoro della Segreteria Tecnica, nella forza delle idee e delle relazioni, quelle autentiche. Quelle capaci di creare valore.